Ultimi Articoli

mercoledì 29 dicembre 2010

1

[Cinema] Tra le nuvole, la recensione

mercoledì 29 dicembre 2010
Bookmark and Share
A proposito del film
Ci troviamo di fronte a una bella storia, di fronte a un film che si lascia guardare ma che a mio parere fa anche storcere il naso in alcuni momenti. Ryan Bingham (il personaggio di Clooney) è una persona che sembra non provare sentimenti, un personaggio intenzionato solo a collezionare le sue miglia che lo faranno diventare un "vip" del "mondo aereo". Conoscerà una persona che potrebbe innescare in lui un cambiamento, Alex (Il personaggio di Vera Farmiga), ma è tutto oro ciò che luccica? Un film che prova ad affrontare anche il tema del cambiamento, del capire che le cose devono cambiare e provare a dare una nuova forma alla propria vita, una forma più vera a degna di essere vissuta. Determinante nella vicenda anche il ruolo di Anna Kendrick, Natalie, la compagna di viaggio "lavorativa" di Ryan/George, che innesca in lui qualche riflessione.

A proposito della regia di Jason Reitman
Bravo come sempre ma qui da un qualcosa in più rispetto ai film precedenti, quindi direi che la sua regia è un punto forte di questo film.

A proposito dell'interpretazione di George Clooney
Ottima interpretazione degna di tutte le nomination che ha ricevuto nell'arco dell'award season del 2010. Un ruolo difficile, non è facile rappresentare un personaggio che di lavoro fa il tagliatore di teste senza un briciolo di sentimento. Da ammirare anche dalla metà del film in poi, quando qualcosa di particolare succederà e si troverà di fronte a dei ragionamenti da fare per dare nuova linfa alla sua vita.

A proposito dell'interpretazione di Vera Farmiga
Anche lui offre un'ottima interpretazione in un ruolo simile a quello di George Clooney, anche lei "viaggiatrice professionista" e alla ricerca di nuove emozioni da vivere. Da segnalare anche la sua ottima gestualità, riesce ad esprimersi anche senza aprire la bocca, una caratteristica non da tutti gli attori.

A proposito dell'interpretazione di Anna Kendrick
Futura promessa del cinema americano, grande talento a disposizione di un cinema hollywoodiano ormai privo di idee e di peopositi per il futuro. Se continua su questa strada il suo futuro è già scritto, senza dubbio. Anche lei, in questo film, è una tagliatrice di teste, ma ben più umana di George e alla presa con i sensi di colpa per quello che fa.

A proposito della colonna sonora
Gradevole per tutta la durata del film e pungente al punto giusto. Da apprezzare nei titoli di coda la canzone scritta da un ragazzo appena licenziato che Reitman ha deciso di utilizzare per la colonna sonora.

Cosa ci sarebbe da cambiare
Sinceramente la storia non è male, ma qualcosa può certamente essere modificato, nulla è perfetto. Cambiarei ad esempio il finale, me lo aspettavo un po' diverso.

mercoledì 24 novembre 2010

0

Sono forse io il custode di mio fratello ? Il confine sottile tra rispetto e ingerenza

mercoledì 24 novembre 2010
Bookmark and Share







Sono forse io il custode di mio fratello ?” - disse a suo tempo Caino rispondendo su dove fosse Abele. Sono passati più di cinquemila anni e ancora ci ritroviamo nelle stesse condizioni, con gli stessi problemi e soprattutto senza apparentemente aver fatto molti passi avanti da allora.
Siamo tutti insieme su questa terra per condividerne la bellezza e per arricchire la nostra esistenza di tutte le meraviglie contenute nella creazione. Eppure ci stiamo sempre più allontanando gli uni dagli altri riempiendoci di diffidenze, paure, timori, barricandoci dentro le nostre difese. E’ vero che sono le esperienze negative vissute personalmente o indirettamente ad incidere ed a condizionare i comportamenti ed i caratteri delle persone, però sono sempre di più gli uomini che vivono nella paura e agiscono costantemente in preda al panico, anche se non sempre se rendono conto.

giovedì 18 novembre 2010

0

[EVANGELIUM VITAE] «Sono forse il guardiano di mio fratello?» (Gn 4,9): un'idea perversa di libertà

giovedì 18 novembre 2010
Bookmark and Share
Il panorama descritto chiede di essere conosciuto non soltanto nei fenomeni di morte che lo caratterizzano, ma anche nelle molteplici cause che lo determinano. La domanda del Signore «Che hai fatto?» (Gn 4, 10) sembra essere quasi un invito rivolto a Caino ad andare oltre la materialità del suo gesto omicida, per coglierne tutta la gravità nelle motivazioni che ne sono all'origine e nelle conseguenze che ne derivano.
Le scelte contro la vita nascono, talvolta, da situazioni difficili o addirittura drammatiche di profonda sofferenza, di solitudine, di totale mancanza di prospettive economiche, di depressione e di angoscia per il futuro. Tali circostanze possono attenuare anche notevolmente la responsabilità soggettiva e la conseguente colpevolezza di quanti compiono queste scelte in sé criminose. Tuttavia oggi il problema va ben al di là del pur doveroso riconoscimento di queste situazioni personali. Esso si pone anche sul piano culturale, sociale e politico, dove presenta il suo aspetto più sovversivo e conturbante nella tendenza, sempre più largamente condivisa, a interpretare i menzionati delitti contro la vita come legittime espressioni della libertà individuale, da riconoscere e proteggere come veri e propri diritti.

venerdì 5 novembre 2010

0

[L'ATTIMO FUGGENTE] La dipendenza dall'apparire (parte prima)

venerdì 5 novembre 2010
Bookmark and Share
Un’altra dipendenza molto importante e molto diffusa nella società odierna è senza dubbio quella che fonda le sue radici nell’apparenza.
Credo sia banale e scontato rilevare che siamo tutti schiavi dell’apparire, basta guardarsi intorno e scoprire come ci adeguiamo alle mode di ogni tipo o ci inchiniamo a ciò che gli altri ci richiedono.
Perché l’apparenza è più importante della realtà ?
Tra le tante possibili risposte penso all’appartenenza ad un gruppo, alla competitività degli ambienti in cui viviamo, al giudizio che viene dall’esterno e contro cui ci dobbiamo difendere continuamente. Ci sono tantissime altre motivazioni che ci inducono a sottostare a questa schiavitù orrenda.

martedì 2 novembre 2010

0

[CALCIO] Lazio in fuga. Inter e Juventus inseguono. Il punto sulla Nona di A.

martedì 2 novembre 2010
Bookmark and Share
 A questo punto è ufficiale, la Lazio è una delle pretendenti per lo scudetto 2010/2011 a tutti gli effetti.
L’ottima prova contro il Palermo, dove la squadra di Reja ha mostrato il piglio della grande, con personalità e concretezza, non può più fare pensare al fuoco di paglia o al caso. Sarebbe anche ingiusto togliere i meriti dei biancocelesti che stanno disputando un’ottimo avvio di stagione e, senza impegni europei, possono seriamente pensare in grande.

giovedì 28 ottobre 2010

0

[L'ATTIMO FUGGENTE] La dipendenza affettiva

giovedì 28 ottobre 2010
Bookmark and Share
Prima di entrare nella trattazione delle specifiche dipendenze mi preme fare una premessa senza peraltro spiegarla (cosa che farò in un altro momento). La libertà non è assolutamente fare quello che si vuole. Molto spesso crediamo di essere liberi ma le scelte che facciamo durante le nostre giornate non sono così “nostre”, molto spesso siamo indirizzati a scegliere e decidere per ciò che non vorremmo. Ma tutto questo lo vedremo in seguito, per ora prendetelo per buono.
La prima dipendenza che tratteremo è probabilmente la più diffusa e comune, quella nella quale chiunque almeno una volta nella propria esistenza è cascato o cascherà presto o tardi.

martedì 26 ottobre 2010

0

[CALCIO] Lazio in fuga, Milan e Inter inseguono. Il punto sull'Ottava di A.

martedì 26 ottobre 2010
Bookmark and Share
Interessantissima ottava giornata di Serie A che propone una Lazio sempre più prima in classifica grazie ad un’altra buona prestazione con cui batte il Cagliari per 2-1 grazie ai gol di Floccari e Mauri. La squadra di Reja suscita ancora dubbi tra gli addetti ai lavori presso i quali c’è ancora molta cautela nel darle a tutti gli effetti il ruolo di protagonista per lo scudetto. Non sono solo i romanisti a pensare (e a sperare) che quello che stanno vivendo i biancocelesti sia soltanto un fuoco di paglia, destinato a spegnersi.

sabato 23 ottobre 2010

0

[ATTUALITA'] Sarah Scazzi, ovvero: quando l'informazione diventa reality

sabato 23 ottobre 2010
Bookmark and Share

In questi ultimi tempi stiamo assistendo ad una trasformazione del modo di comunicare e nel modo di fare informazione da parte dei media.
In verità non è la prima volta che assistiamo ad una cosa del genere, ma ultimamente ciò è stato fin troppo evidente per non essere notato anche da chi, come il sottoscritto, non segue assiduamente telegiornali, carta stampata e programmi televisivi d’attualità.
L’episodio drammatico della scomparsa della giovane Sara Scazzi è stata una notizia che ha avuto un impatto assai forte sul pubblico italiano che da molto tempo segue con avida curiosità il susseguirsi delle novità sui fatti che riguardano il caso in questione; ma siamo sicuri che tutto questo attaccamento da parte del pubblico sia dovuto solo al coinvolgimento emotivo della gente al ricevere questa tremenda e assurda notizia ?

venerdì 22 ottobre 2010

0

[ANTEPRIMA] "Sing-hiozzo", primo singolo del nuovo Album dei Negramaro

venerdì 22 ottobre 2010
Bookmark and Share





0

[L'ATTIMO FUGGENTE] La gioia della libertà

Bookmark and Share
Riprendiamo il nostro cammino verso l’Attimo Fuggente, trattando l’argomento della schiavitù e delle varie dipendenze che la producono. Stiamo cercando l'uomo felice. Nessun uomo in catene può essere felice, poichè l’uomo è stato creato per essere libero, per esprimere tutta la sua creatività, per rivelare tutta la sua bellezza e la sua luce. Un uomo in catene non può trasmettere alcuna luce, un uomo in catene è un uomo cupo, triste, malinconico, frustrato, depresso.

lunedì 18 ottobre 2010

0

[CALCIO] Il punto sulla 7° giornata di campionato

lunedì 18 ottobre 2010
Bookmark and Share
Settima giornata che offre spunti molto interessanti cominciando a definire quelli che probabilmente saranno i ruoli e le ambizioni delle squadre di serie A. Partiamo dal posticipo, ovvero dalla conferma al primo posto della Lazio che, qualora per qualcuno vi fossero ancora dubbi, conferma di fare sul serio, trascinata dalla fantasia di Hernanes e dai gol di Floccari con i quali riesce a vincere in una delicata trasferta a Bari.  
0

[Politica grumese] L' UDC e la smoking gun

Bookmark and Share
Si è conclusa prima del tempo, giusto a metà strada, l'esperienza da Sindaco di Fiorella Bilancio.
Ed ora è tutto un fiorire di commenti in città e sul web tra i pro ed i contro.
Per capire i motivi reali  della caduta crediamo che occorra ragionare sui fatti e sugli atti, a prescindere dalle proprie simpatie ed antipatie.
 La prova regina, la cosiddetta pistola fumante (smoking gun), viene fornita proprio dai promotori della operazione, quelli che non a caso sono stati definiti traditori da Fiorella Bilancio.

venerdì 15 ottobre 2010

0

[Grumo Nevano] Cade l'Amministrazione Bilancio

venerdì 15 ottobre 2010
Bookmark and Share
Per vedere il video vai su napolinord.it

Ieri alle 19 sono state protocollate le dimissioni di 14 consiglieri comunale.
Tutto ciò ha provocato la fine dell'Amministrazione Comunale guidata dall'ormai ex Sindaco, Avv. Fiorella Bilancio.

Noi già avevamo trattato l'argomento pochi giorni fa quando l'Avv. Fiorella Bilancio aveva aperto proprio in Consiglio Comunale lo stato di crisi della sua Amministrazione.
Riproponiamo uno stralcio del nostro articolo:

"Eppure un ragionamento andrebbe fatto sul perché  tutti i Sindaci che abbiamo avuto a partire dal 1993 non hanno mai raggiunto i loro obiettivi.
E' solo colpa loro?
A questo punto bisogna chiedersi: abbiamo sempre scelto sindaci incapaci?
Credo proprio di no.
Come mai ci ritroviamo dopo anni sempre con gli stessi problemi?
Le responsabilità vanno ripartite con altri: con le figure apicali degli uffici comunali e con i consiglieri comunali di volta in volta eletti.
Per i dipendenti comunali i cittadini ben poco possono fare, ma per i consiglieri comunali qualcosa lo possono.
In una maniera o nell'altra i consiglieri comunali hanno determinato la fine anticipata delle amministrazione nel 1999, nel 2001 e hanno tutte le intenzioni di farlo anche a breve.
E quando ciò non è avvenuto è stato a prezzo di immobilismo e condizionamenti incrociati.
In ogni amministrazione inoltre si è assistito a clamorosi cambi di casacca. Alcuni sono passati prima dall'IDV all'UDC di minoranza, creando una corrente alternativa all'opposizione e dichiarando che non avrebbero mai aiutato il Sindaco a mantenere la maggioranza in nessuna situazione perché era un danno per la città; ora, invece, quest'ultimi sono entrati nell'UDC di maggioranza e sosterranno il Sindaco qualora vengano accettate le loro richieste espresse in un documento letto in Consiglio Comunale.
Il perché di tutti questi comportamenti trasversali?
E' presto detto: avere avuto  o non avere avuto "risposte" ad interessi personali.
L'attuale amministrazione in carica non sfugge a queste jatture.
Ed allora si ragioni, al momento delle ipotizzabili nuove elezioni, su questi comportamenti dei vari personaggi che quasi certamente si ricandideranno.
Ci auguriamo che si verifichi un cambiamento.
Ma siamo fortemente pessimisti.
Anche perché sono venti anni che circolano gli stessi nomi ed i pochi nomi nuovi hanno recepito, in molti casi, il medesimo modus operandi, nascendo tutti sotto ali protettrici di vecchi politicanti.
C'è un principio economico: la cattiva moneta caccia via quella buona.
E la stessa cosa vale anche in politica."

giovedì 14 ottobre 2010

0

[L'ATTIMO FUGGENTE] L'uomo felice

giovedì 14 ottobre 2010
Bookmark and Share

Abbiamo fatto già parecchia strada e quando si fa molta strada e si fanno tante esperienze è utile ogni tanto soffermarsi  su quanto vissuto, lanciare uno sguardo indietro e  ridare al proprio cuore la forza e la sostanza acquisite lungo il cammino. Facciamo dunque un riepilogo dell’uomo che stiamo cercando di raggiungere, l’uomo felice e completo. Faremo questo ripercorrendo le varie tappe viste finora, naturalmente con il rimando al singolo articolo per l’apposito approfondimento.
Come è l’uomo che stiamo cercando ? Come è l’uomo felice ?

martedì 12 ottobre 2010

0

[Grumo Nevano] Facciamo un ragionamento

martedì 12 ottobre 2010
Bookmark and Share
Tutta la Redazione delle Bufale ha deciso da alcuni mesi di non commentare le sortite del Web Master di Grumo Nevano News.
Abbiamo dato ampia prova del modus operandi del suddetto: notizie inventate, allusioni circa possibili violazioni di legge, violazioni di privacy, commenti cancellati e molte altre cose di pessimo gusto.

Quando si mettono in evidenza queste cose la risposta è sempre stata una scarica di insulti nei confronti di tutti i "nemici". Ci riferiamo sia a noi, oppure al gestore del Forum di Grumo Nevano e a molti altri.

sabato 9 ottobre 2010

0

[L'ATTIMO FUGGENTE] Se non sarete come bambini...

sabato 9 ottobre 2010
Bookmark and Share

Poco tempo fa mi trovavo in un parco e, tra tanta gente, vi si trovavano anche tanti piccoli bambini che giocavano spensierati. Osservandoli mi sono reso conto di non aver mai parlato di uno di quegli aspetti che da molti è considerato il segreto della felicità, o almeno una buona parte di essa; perciò la tappa di oggi riguarderà l’essere come bambini.
2

[Satira] Calunnie

Bookmark and Share
Smentisco categoricamente tutte le voci fatte girare ad arte da qualche sprovveduto:

Non ho affatto comprato 1 kg di pesche, bensì 2 kg di percoche con il pizzo

giovedì 7 ottobre 2010

0

[Politica grumese] Dimissioni Dimissioni

giovedì 7 ottobre 2010
Bookmark and Share
Premetto che se fossi nei panni del Primo Cittadino, me ne sarei andato già dal secondo giorno di consiliatura (quando diede le dimissioni) e a maggior ragione adesso che ognuno vuole (esige) il proprio tornaconto. 
Ma, paradossalmente, in questo momento per come sta agendo maggioranza e opposizione sicuramente non è il Sindaco a dover dare le proprie dimissione.
Questo perché a proposito di tornaconto a noi bufalari qualcosa non torna...
Sono settimane che apprendiamo che personaggi dell'opposizione richiedono a voce alta e forte le dimissioni del sindaco, poiché la maggioranza in Consiglio Comunale non c'è più.
Francamente la cosa ci stupisce e non poco.

mercoledì 6 ottobre 2010

0

[Satira] Breaking News

mercoledì 6 ottobre 2010
Bookmark and Share

martedì 5 ottobre 2010

0

[Religione e Politica] Tolleranza, invadenza ed intolleranza

martedì 5 ottobre 2010
Bookmark and Share
Non mi piacciono le recenti sortite delle Gerarchie della Chiesa Cattolica.

TOLLERANZA
Monsignor Fisichella da una interpretazione molto personale al comandamento Non nominare il nome di Dio invano. 
Introduce il concetto della bestemmia contestualizzata. 
Se volessimo seguire questa logica anche per gli altri nove comandamenti ne vedremo delle belle.
Son sicuro che Mosè si rivolta nella tomba.

lunedì 4 ottobre 2010

0

[CALCIO] Il punto sulla sesta giornata di Serie A

lunedì 4 ottobre 2010
Bookmark and Share
Sei giornate sinora disputate nella Serie A 2010/2011. 18 punti totali quindi a disposizione. Di questi, 13 li ha conquistati la Lazio, vera novità positiva delle zone alte della classifica.
0

[Grumo Nevano] In difesa di un diritto: la Privacy

Bookmark and Share
Per un po' siamo rimasti fuori dalle polemiche politiche cittadine. 
Questo non solo perché abbiamo deciso di prolungare le vacanze estive anche per il mese di settembre, ma soprattutto perché volevamo cercare prima noi di abbassare i toni non raccogliendo le provocazioni che spesse volte sono state fatte a noi sito o, in alcuni casi, a noi singole persone. 
Nonostante ciò l'informazione locale è continuata sempre con lo stesso registro, anzi si può dire che la situazione è precipitata. 
E' bene chiarire, qualora ce ne fosse bisogno, che noi siamo contro la violenza in maniera generale...anche quella delle parole.

La piena libertà di chi non la pensa come noi coincide con la nostra libertà di criticarlo, e di mettere in campo idee opposte. 
E questo fino ad ora non è accaduto. 
Abbiamo deciso di riprendere la nostra attività - forse è meglio chiamarlo gioco - e purtroppo dobbiamo constatare l'ennesimo atto di violazione - non fisica, sia ben chiaro - verso una persona.
Ma veniamo ai fatti: il 2 ottobre è avvenuta la manifestazione "Liberate via Dante".

sabato 2 ottobre 2010

0

[Calcio] La nostra scommessa

sabato 2 ottobre 2010
Bookmark and Share
Udinese - Cesena                 1

Parma - Milan                      1X

Sunderland - Man Utd.          2

Norimberga - Shalke 04         2

Borussia M. - Wolfsburg        2

venerdì 1 ottobre 2010

0

[L'ATTIMO FUGGENTE] Troppo breve, così breve

venerdì 1 ottobre 2010
Bookmark and Share

Prima di proseguire il nostro viaggio, vorrei fare una  sosta di riflessione su un testo che ho scritto qualche anno fa. L’ho ripescato perché mi sembra in linea col percorso che stiamo facendo.
Sediamoci e fermiamoci un attimo, come vicino ad una fontana, rilassiamoci e riprendiamo le forze:

venerdì 27 agosto 2010

0

[L'ATTIMO FUGGENTE] La conoscenza di sè

venerdì 27 agosto 2010
Bookmark and Share
Nella vita si possono fare moltissimi viaggi e quello che stiamo facendo è uno dei più importanti se non, a mio avviso, il più importante. Oggi però parliamo di un viaggio che probabilmente si propone come propedeutico a tutte le scelte che ci accingeremo a compiere. Parliamo della conoscenza di sé e del viaggio verso se stessi. Molto spesso sottovalutiamo il mistero che siamo, dando per scontati molti aspetti che concernono il lato più profondo e nascosto di noi. Molto spesso non ci conosciamo bene o non ci conosciamo affatto e questo ci porta a fare scelte che non corrispondono esattamente a ciò che siamo o a ciò che vorremmo realmente.

lunedì 9 agosto 2010

0

[Calcio] Da che pulpito viene la predica...

lunedì 9 agosto 2010
Bookmark and Share
"La Lega contro gli oriundi in nazionale". 
Per il deputato leghista Cavallotto "non è bastata la figuraccia rimediata all'ultimo Mondiale per dare una vera svolta al movimento calcistico italiano: prima erano quattro vecchietti, adesso a ridicolizzare la Nazionale ci penseranno gli oriundi".
Non ho una memoria da elefante, però mi sembra di ricordare che quelli della Lega esultavano ad ogni gol dei nostri avversari ai mondiali in Sud Africa, quindi mi pare di intuire che per loro la nazionale è un buona vetrina per farsi pubblicità.
D'altronde il calcio è seguito da milioni di tifosi ed appassionati e questi esponenti della Lega cercano di trovare terreno fertile in quei tifosi, delusi dalla convocazione mancata del proprio idolo magari a scapito di un neo italiano come Amauri oppure come Balotelli.
In realtà credo che questa mentalità ottusa nei riguardi degli oriundi sia del tutto italiana e in particolare dei "verdacci" della Lega Nord.

domenica 8 agosto 2010

6

[Satira] Lettera aperta al Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

domenica 8 agosto 2010
Bookmark and Share

Lettera Aperta al Magnifico Rettore dell'Università Federico II 

 Al Prof Massimo Marrelli
Magnifico Rettore
dell'Università degli Studi
Federico II
 Napoli 
Oggetto: Restituzione della Laurea

Ill. mo Rettore,

mi chiamo Raffaele Abbate, numero di matricola K 21320, laureato in Giurisprudenza presso la Federico II, in data 4 aprile 1968, dopo aver letto sulla stampa che l'Università di Insubria, su sollecitazione della Ministra Gelmini, ha manifestato l'intenzione di concedere ad Umberto Bossi la laurea  honoris causa in Scienza della Comunicazione, con la presente le restituisco la mia laurea.

Senza alcun dubbio Federico II, alla notizia,  si sarebbe rivoltato  nella tomba e sono certo che un personaggio come Bossi l'imperatore  lo avrebbe usato solo come addetto alle stalle, ovviamente non dei cavalli, ma dei somari.

Siamo davvero arrivati alla svendita delle lauree.
E' pur vero che l'Università che "erogherà" il titolo è una Università ben lontana dalla tradizione e dal valore di quella federiciana, ma in ogni caso l'intera vicenda "sputtana" tutti i titoli di studio italiani.
Mi domando quale sarà il tema della Lectio mirabilis che il neo dottore terrà durante la cerimonia solenne.
Forse l'uso del dito medio dalla preistoria ai giorni nostri?

Per questo non intendo più fregiarmi di un titolo di studio tanto svalutato.

Con dottori come il senatur, pur se honoris causa, io non ho nulla a che spartire.
La invito  quindi ad attivare nei miei confronti la procedura di Slaurea honoris causa.

Raffaele Abbate

ps
Restituisco il titolo di studio, non la pergamena, a suo tempo l'ho pagata e la conservo per ricordo.


venerdì 30 luglio 2010

0

[Grumo Nevano] Nuovi programmi per le Poste

venerdì 30 luglio 2010
Bookmark and Share
Comunicato Stampa Comune Grumo Nevano

Giovedì, 29 luglio 2010, si è ufficialmente insediato il nuovo Direttore dell’Ufficio Postale di Grumo Nevano. A ricoprire l’incarico è stato chiamato il dott. Davide De Fraia, che, dopo essersi insediato, si è recato in Comune insieme al Direttore di Poste Italiane Napoli 3 Est, dott. Cosimo Andriolo, dove ha incontrato il Sindaco, Fiorella Bilancio e il Vicesindaco Giuseppe Approvato. 

sabato 24 luglio 2010

3

Questa è Grumo Nevano

sabato 24 luglio 2010
Bookmark and Share
A proposito delle ultime polemiche personalistiche in atto a Grumo Nevano riporto chi meglio di me sicuramente ha analizzato queste vicende in passato:

"E' da notare la virulenza di certe polemiche tra uomini politici per il loro carattere personalistico e moralistico. 
Se si vuole diminuire o annientare l'influsso politico di una personalità o di un partito, non si tenta di dimostrare che la loro politica è inetta o nociva, ma che determinate persone sono canaglie, ecc., che non c'è "buona fede", che determinate azioni sono "interessate" (in senso personale e privato), ecc.

E' una prova di elementarietà del senso politico, di livello ancor basso della vita nazionale: è dovuto al fatto che realmente esiste un vasto ceto che "vive" della politica in "malafede", cioè senza aver convinzioni; è legato alla miseria generale, per cui facilmente si crede che un atto politico è dovuto a cause pecuniarie, ecc. "Inetto, ma galantuomo", modi di dire curiosi in politica: si riconosce uno inetto, ma poiché lo si crede "galantuomo" ci si affida a lui; ma "inetto" in politica non corrisponde a "briccone" in morale? E' vero che le conseguenze di queste campagne moralistiche lasciano di solito il tempo che trovano, se non sono uno strumento per determinare l'opinione pubblica popolare ad accettare una determinata "liquidazione" politica, o a domandarla, ecc."

(A. GRAMSCI, Passato e presente, Roma, 1979, p. 21-22)

venerdì 23 luglio 2010

0

[L'Attimo Fuggente] Desiderare uguale vivere

venerdì 23 luglio 2010
Bookmark and Share
Oggi parliamo di un aspetto che forse avremmo dovuto trattare in precedenza, un aspetto molto importante per tutto il cammino che stiamo facendo, perché si pone come “condicio sine qua non” di tutto il nostro viaggio. Parliamo della spinta essenziale verso la meta finale, parliamo di ciò che ci serve continuamente per non perdere forze, per non rallentare il passo, parliamo della benzina dell’anima e della volontà, parliamo del motore della nostra vita. Parliamo del desiderio.
Il desiderio, infatti, è ciò che guida i nostri passi, è ciò che ci spinge, che ci dà la carica e la forza per fare cose che, altrimenti, non faremmo. Il desiderio è il nostro motore primario. Senza di esso, siamo svogliati, spenti, statici; più manca il desiderio, più si spegne la passione, più siamo incapaci di vivere. Non c’è vita senza desiderio. Quando uno ha smesso di desiderare qualcosa, di inseguire qualcosa, allora ha smesso anche di cercare la vita. E se non cerchi la vita, inevitabilmente cerchi tutto ciò che è non-vita.

mercoledì 21 luglio 2010

1

[Grumo Nevano] Forse le tanto attese soluzioni per la Posta grumese

mercoledì 21 luglio 2010
Bookmark and Share
Qualche giorno fa ho contattato tramite email il Vicesindaco Approvato per esporgli le mie perplessità riguardo la sede postale di Grumo Nevano.
Le mie perplessità per il servizio reso dagli impiegati della stessa agenzia postale, lento ed inefficiente,  ma soprattutto per segnalare il comportamento di alcuni individui che, inventandosi nuovi mestieri, andavano ben oltre il codice penale e l'accattonaggio.
Alcuni si recavano alla Posta di Grumo di prima mattina per vendere numeri agli anziani che si accingevano a fare file interminabili per le pensioni, altri facevano scorpacciate di ticket numerati per poi venderli al miglior offerente.

lunedì 19 luglio 2010

0

[Politica] A proposito di eroi: in memoria di Borsellino e Falcone

lunedì 19 luglio 2010
Bookmark and Share
in  rigoroso ordine alfabetico, come a scuola...

Questi giorni celebrazioni e ricordi, fiaccolate, anche se   poi c'è  stato qualche stronzo (che ha altri "eroi") che ha danneggiato il monumento di Falcone.

Eppure non mi va di chiamarli eroi, è una categoria svalutata oggi: tra i supereroi cinematografici con gli addominali scolpiti e gli eroi dei  mafiosi esterni.
Borsellino e Falcone erano uomini normali.
Uomini normali che facevano il proprio lavoro e non avevano proprio voglia di finire su una targa di una piazza.
0

[Cinema] Colpo d'occhio

Bookmark and Share
Un amante abbandonato per un altro uomo.
Una vendetta elaborata nei minimi dettagli e costruita sull’esercizio della manipolazione.
Un epilogo tragico dove tutti escono sconfitti, incluso l’amante tradito che fallisce nel progetto di ricondurre a sé la donna amata.
Sono questi gli elementi intorno ai quali ruota la trama di “Colpo d’occhio”, film di qualche anno fa.
Protagonisti Vittoria Puccini, Riccardo Scamarcio e Sergio Rubini, che firma anche la regia.
La vicenda si svolge a Roma. Pietro Lulli (Sergio Rubini) è un critico d’arte di fama mondiale. Sposato, ha una relazione extraconiugale con Gloria (Vittoria Puccini), molto più giovane di lui e sua allieva.

giovedì 15 luglio 2010

3

[L'Attimo Fuggente] Il pensiero positivo

giovedì 15 luglio 2010
Bookmark and Share
Quanta strada fatta sinora, nel nostro viaggio ci siamo lasciati alle spalle diversi paesaggi, diverse strade, diversi viali. Abbiamo vissuto le diverse stagioni, affrontato i gelidi temporali invernali e le calure soffocanti d’estate, i venti freschi d’autunno e la piacevole brezza di primavera. Sono come i periodi della vita, a volte semplici, a volte complicati. A volte sofferenti, a volte gioiosi. È la vita. È varia e complessa. Considerando questo, come va affrontata ? Qual è l’atteggiamento migliore per riuscire a camminare in questa vita e soprattutto per affrontare in maniera salda e forte i vari periodi e le varie vicissitudini che si presentano inevitabilmente ?

mercoledì 14 luglio 2010

3

Le coppie di fatto...la svolta???

mercoledì 14 luglio 2010
Bookmark and Share
E' notizia di un paio di settimane fa di un provvedimento del Consiglio Comunale di Torino in merito alle coppie di fatto.
Gli Amministratori torinesi hanno deciso di istituire un registro, con annesso certificato anagrafico da richiedere presso l'Ufficio preposto al servizio, per le coppie di fatto, legate soltanto da un "vincolo affettivo".
L'iniziativa è nata affinché anche coloro che convivono possano godere dei diritti e benefici previsti dal Comune piemontese nei settori di casa,scuola, sanità e servizi sociali.
Nulla a che vedere con i Dico. Le coppie di fatto restano tali, ma possono anch'esse usufruire dei servizi messi a disposizione dal Comune.
La Curia torinese si è ovviamente subito espressa in modo sfavorevole alla suddetta delibera comunale, che, stando alle parole della stessa, "svaluterebbe l'istituto della famiglia".

martedì 13 luglio 2010

0

[Satira] Lettera aperta a Silvio Berlusconi da Ross Perot

martedì 13 luglio 2010
Bookmark and Share
Grazie al solito amico Hacker abbiamo intercettato questa lettera indirizzata al Presidente del Consiglio da Ross Perot .

Egregio Presidente,
sono anni che non mi occupo più di politica, mi sto godendo i miei miliardi nel mio ranch in Texas. La settimana scorsa, durante una cena a base di bistecche cotte al barbecue, un mio amico italo-americano con interessi non meglio precisati a Las Vegas e nell'import-export di prodotti farmaceutici con la Colombia,  mi ha parlato di lei. Dice che la conosce bene grazie ad un comune amico, un certo bibliofilo siciliano a lei molto vicino. 
Ma non è delle sue amicizie che le voglio parlare, ma del fatto che qualche giornalista, sicuramente un comunista (ce ne sono anche da noi),  l'ha definito il Ross Perot italiano, anzi c'è stato qualcuno che ha osato  definirmi il Silvio Berlusconi americano.

lunedì 12 luglio 2010

2

[Poesia] Parafrasando Lawrence Ferlinghetti - Magica Italia

lunedì 12 luglio 2010
Bookmark and Share
L'Italia è un gran bel posto per nascerci
se non date importanza alla felicità
da Mulino Bianco
e da Barilla c'è casa
perché se volete una giornata nel Mulino
ve la potete permettere a 250€ tutto incluso
ed un fusillo nella tasca della giacca
ve la può rovinare quando la mandate in lavanderia

domenica 11 luglio 2010

0

[Calcio] Olanda - Spagna: il Pronostico

domenica 11 luglio 2010
Bookmark and Share
11 Luglio 2010 Soccer City Stadium di Johannesburg...
Siamo alla fine: Olanda o Spagna?
Il mio pronostico è vittoria della Spagna, Over, Pedro primo marcatore

sabato 10 luglio 2010

0

[Calcio] Uruguay - Germania: il pronostico

sabato 10 luglio 2010
Bookmark and Share
Questa sera alle 20:30 al Port Elizabeth Stadium si disputerà la finalina tra l'Uruguay, vera rivelazione del mondiale, e la Germania.
Le due squadre scenderanno in campo per guadagnarsi un piazzamento che nessuno ricorderà: il gradino più basso del podio.
Mentre per la squadra di Tabarez non c'è bisogno di trovare stimoli per questa finale, essendo il terzo posto un risultato che nessuno avrebbe mai pronosticato, per la Germania gli scarsi stimoli potrebbero creare non pochi problemi.
Forlan e Klose si giocano il titolo di capocannoniere con il secondo che mira a diventare il miglior marcatore dei mondiale e a raggiungere Ronaldo a quota 15 gol.
La partita è difficile, ma credo che alla fine la Germania abbia la meglio.
Per questo pronostico un Over come gol ed un 2 secco.

venerdì 9 luglio 2010

0

[Politica] Io sto con Berlusconi

venerdì 9 luglio 2010
Bookmark and Share
Io sto con Berlusconi. Lo voglio dire ad alta voce.
Pochi giorni fa, il nostro Premier, andando in Brasile disse "I giornali disinformano. I lettori dovrebbero scioperare per insegnare a chi scrive a non prenderli in giro"
Ma Berlusconi non si fermò a queste dichiarazioni anzi rincarò la dose affermando che "da molto tempo a questa parte c'è una disinformazione [...] inconcepibile".
Come si può dargli torto? Peccato che il solito nostro sbadatello Premier si dimentichi di mettere dentro anche i telegiornali.
Quello che è successo in questa settimana ha dell'incredibile: non basterebbe scioperare contro il TG1, TG4 e Studio Aperto; bisognerebbe passare all'atto pratico: andare negli studi, far uscire tutti i "giornalisti", perché anche nella rivolta bisogna essere "umani", e dare fuoco agli studi.
0

[L'attimo Fuggente] Occuparsi del tempo presente

Bookmark and Share
In questa tappa del nostro viaggio ci occupiamo di un aspetto da non sottovalutare per i nostri scopi. Parliamo del presente. Durante il cammino, infatti, è facile proiettarsi al tempo futuro e immaginarsi come potrebbe essere, è facile ancorarsi ad un’idea irreale e meravigliosamente disegnata dalla nostra mente secondo i nostri desideri o bisogni. Catapultarsi nel futuro può altresì spaventare, per le incertezze, le difficoltà che potrebbero incontrarsi, i lati oscuri che esso ha in sé.

2

[Satira] Il rapporto Mastranzo

Bookmark and Share
Grazie ad un amico Hacker abbiamo intercettato il rapporto con il quale Procopio Mastranzo ispettore capo del CACS (Centro Analisi Comportamenti Sovversivi) comunica ai propri superiori le modalità di svolgimento del Corteo dei Terremotati aquilani. 

Il sottoscritto Mastranzo Procopio, Ispettore Capo CACS,  in riferimento all'incarico ricevuto con Ordine di Servizio n. 12345/10 comunica quanto di seguito:

a) Alle ore 08.00 mi sono appostato all'angolo di Piazza Venezia con Via del Corso in attesa dell'arrivo dei bus dei manifestanti provenienti da L'Aquila.

giovedì 8 luglio 2010

0

[Politica] Il presidente "ghe pens mi"

giovedì 8 luglio 2010
Bookmark and Share
Lo spot per promuovere il turismo è  pronto e ''ha la mia voce''
Lo annunciava qualche tempo fa Silvio Berlusconi all'Assemblea di Federalberghi. 
Il premier ha deciso, infatti, di fare il ''testimonial'' e nella prima versione aveva scelto di utilizzare sia la voce che il volto. 
Ma - ha raccontato - lo abbiamo visto con il ministro Brambilla e le ho ordinato di togliere il volto e lasciare la voce che e' inconfondibile e anche abbastanza sensuale...''.

E' certamente inconfondibile, sulla sensualità ho i miei dubbi.

Sui risultati e sull'efficacia è che resto molto, ma molto perplesso.
Sopratutto perché all'estero il nostro non ha tutta quella considerazione che immagina di avere.
 
C’era una volta, e ci sono ancora, il presidente operaio, il presidente spazzino, il presidente pompiere, il presidente ferroviere, il presidente bandana, il presidente cosacco, il presidente cow-boy, il presidente pizzaiolo, il presidente vulcanologo, il presidente giardiniere. 
 
Ora ecco una new entry:  il presidente speaker, che si va aggiungere ai tanti ruoli che il nostro ha ricoperto dalla sua discesa in campo. 
 
Ne voglio ricordare qualcuno, usando le parole di Berlusconi. 
 
PRESIDENTE PACIFICATORE DEL MONDO:
Grazie al mio intervento nella crisi in Georgia, abbiamo evitato il ritorno della Guerra Fredda fra Usa e Russia.

PRESIDENTE RICOSTRUTTORE:
Case in Abruzzo già pronte grazie a un mio colpo di genio. Mi sono ricordato di quando facevo il costruttore, e per velocizzare i tempi ho stabilito tre turni di lavoro per gli operai. Così s’è fatto in 16 giorni quello che altrimenti si fa in tre mesi.

mercoledì 7 luglio 2010

0

[Politica] Sangue aquilano, vergogna italiana

mercoledì 7 luglio 2010
Bookmark and Share
Tafferugli a Roma tra manifestanti e polizia: tre feriti. 
Il sindaco Cialente per fortuna è scampato alle manganellate e di tutta risposta Giovanardi dichiara "Il Sindaco se ne stesse a l'Aquila a lavorare"
E' Giovanardi cosa dovrebbe fare?
Dovrebbe andare a lavorare come non ha fatto mai in vita sua.
L'unica cosa che fa da quando è nato è  aprire bocca e dargli fiato.
Perché Berlusconi non scende in mezzo ai manifestanti come faceva tempo fa in diretta TV per  regalare la dentiera alla nonnina aquilana?
Questa è la testimonianza di un manifestante ferito e non mi sembra un feroce terrorista da prendere a manganellate.
Ha ragione è una vera e propria presa per il culo.



martedì 6 luglio 2010

0

[Calcio] Germania - Spagna: il pronostico

martedì 6 luglio 2010
Bookmark and Share
Dopo aver toppato nel pronostico dell'altra semifinale tra Uruguay e Olanda, con la vittoria degli orange che volano in finale grazie ad una vittoria per 3-2.
Avevamo azzeccato il risultato del primo tempo (X), ma nel secondo non avevamo considerato che qualsiasi pallone che viene toccato da Sneijder si trasforma in oro.
Ci vogliamo rifare con il pronostico tra Germania e Spagna. Sembrerò pazzo per molti, visto che la Germania ha mostrato il miglior calcio in questo mondiale, ma per me, alla fine vincerà la Spagna.
Il gioco tedesco è fatto di ripartenze veloci e per attuarlo al massimo i tedeschi devono affrontare una squadra che fa dell'attacco la sua caratteristica principale.
2

[Calcio] Uruguay - Olanda: il pronostico

Bookmark and Share
Questa sera alle 20:30 al Green Point Stadium di Cape Town va di scena la prima semifinale del mondiale sudafricano.
Si affrontano l'Uruguay e l'Olanda.
Il cammino delle due squadre in questo mondiale è stato molto diverso.
La squadra sud americana nel proprio girone se l'è vista con:
- la Francia, vera delusione insieme alla nostra Italia del mondiale
- il temibile Messico, battuta agli ottavi di finale dall'Argentina anche grazie ad un fuorigioco chilometrico non visto dall'arbitro Rosetti
- il Sud Africa, squadra di casa.

lunedì 5 luglio 2010

0

[Cinema] Eclipse: vampiri e licantropi

lunedì 5 luglio 2010
Bookmark and Share
Dei tre capitoli della saga di Stephanie Meyer trasposti cinematograficamente "Eclipse" è senza alcun dubbio il più riuscito. 
E' sempre arduo adattare al grande schermo un manoscritto. Per esigenze di produzione la sceneggiatura non riproduce mai fedelmente e, soprattutto, integralmente - come potrebbe? - il testo da cui è tratta. 
Viene adattata, "snellita" di ciò che gli sceneggiatori reputano superfluo ai fini della storia. 
Peccato che spesso ciò che loro ritengono superfluo coincida con le pagine, gli intrecci narrativi che più avevano appasionato i lettori e di cui poi, nella versione "su pellicola", si ricerca la rappresentazione visiva. 
Questo è quello che è capitato con i primi due episodi della saga della Meyer. Il primo, "Twilight", si è rivelato una vera è propria delusione. 
Se ha sbancato i botteghini di tutto il mondo è stato non certo per la qualità artistica del film, quanto piuttosto per l'avvenenza degli attori protagonisti (primo fra tutti Robert Pattinson, idolatrato dalle adolescenti) e per gli echi del successo che il libro aveva riscosso, soprattutto negli States.
0

[Politica] Giro, giro Rotondi...cascasse il PDL

Bookmark and Share
Mi sono sempre chiesto quali fossero le competenze di quel  tale di nome Rotondi, Ministro per l'attuazione del Programma, e quale fosse il lavoro che svolgesse per tutti gli italiani in cambio del quale riceve un congruo appannaggio. 

Le cronache recenti lo ricordano solo per la sua proposta di abolire la pausa mensa.
Ieri con una dichiarazione di fuoco ha tuonato: "Chi vota la sfiducia a Brancher è fuori dal PDL" 

Allora ho capito i suoi compiti:

domenica 4 luglio 2010

2

[Calcio] Ho gufato contro l'Argentina: orazione contro Maradona

domenica 4 luglio 2010
Bookmark and Share
Non ho mai negato che Maradona sia stato una divinità del calcio. Gianni Brera  lo definì il "Divino Botolo" benedetto da Eupalla  la divinità del calcio.
Ho ancora negli occhi il più bel gol mai visto sui campi di calcio , quello contro l'Inghilterra quando partì con la palla al piedi da centrocampo ed evitando mezza squadra avversaria depose la palla in rete.
Rammento anche una punizione dalla traiettoria impossibile  contro la Juventus, mandò il pallone in rete e il portiere a sbattere sul palo.
Rammento anche il gol di mano contro l'Inghilterra, quello della mano di Dio, simbolo delle furbate e delle negatività.

Io non amo Maradona perché è una icona negativa, perché si drogava, era puttaniere, evadeva il fisco, era  cafone e spocchioso contro chi riteneva suoi nemici, mentre assumeva un atteggiamento affettuoso con baci ed abbracci verso i suoi amici.

sabato 3 luglio 2010

0

[Politica] Ve l'avevo detto

sabato 3 luglio 2010
Bookmark and Share
Pensioni di invalidità: criteri ultrarestrittivi, si eleva la percentuale utile per il riconoscimento del sussidio.

Dipendenti pubblici: Blocco per tre anni delle retribuzioni, blocco dei pensionamenti  e le liquidazioni ai pensionati  pagabili  a rate (fino a tre anni)

Polizia:   Il  fondo per acquistare pistole, munizioni, giubbotti antiproiettile ridotto dell'80%

Scuola: Blocco del turn over per gli insegnanti

Tredicesime: Tassazione aggiuntiva

Ed intanto della riduzione degli stipendi dei parlamentari... ne hanno solo parlato.
0

Essere Cristiano

Bookmark and Share
Visto che pochi giorni fa nella pagina facebook del sito, partendo da questo post, si è sviluppata una bella discussione su come si comporta il vero Cristiano, vorrei proporre il commento di Don Fabio Rosini al Vangelo del 27 giugno.  

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 9,51-62.
La Sequela Christi è un brano splendido sul fatto di seguire il Cristo.
La condizione di un Cristiano è quello di avere un maestro da seguire.
Il suo maestro è molto più di un maestro: è il Messia, il Figlio di Dio, il suo salvatore.

Come si segue Gesù? Che cosa vuol dire essere Cristiani?

Noi abbiamo tanta gente che interpreta in maniera piuttosto articolata e differente cosa vuol dire essere Cristiani.
Cosa vuol dire poter prendere la bellezza che Cristo ci vuole dare? Significa seguirlo, bisogna appunto mettersi nella sua sequela.

Cosa è vivere secondo il Vangelo?

venerdì 2 luglio 2010

0

[Politica] LEGAzzate

venerdì 2 luglio 2010
Bookmark and Share
C'è qualcuno che prova a riscrivere la storia della gastronomia, non vorrei che Maroni dopo aver rivendicato le origini longobarde della mozzarella sostenesse che anche le cozze sono di origine bergamasche. Pare che siano stati trovati fossili di cozze dalle parti di Ponte di Legno. In quell'era geologica il mare arrivava fino alle falde delle Alpi.
    Aerei con le sigle dei ministri leghisti. E infatti pronti al decollo I-RMAR (Roberto Maroni), I-CALD (Roberto Calderoli), I-UMBE (Umberto Bossi). Oltre agli aerei perché non gli dedicano anche questi utili accessori cittadini.
      Monza, banda intona l'inno di Mameli e i sindaci leghisti si sfilano la fascia. Al posto della fascia dovrebbero indossare questa elegante camicia.
        Bossi: Il ministero dell'Economia deve essere spostato a Milano, quello dell'Industria a Torino, quello del Turismo a Venezia. Il Senatur ha dimenticato quello della Difesa, deve essere spostato a Cuneo e la ragione è questa.

          giovedì 1 luglio 2010

          0

          Ma io difendo quella croce

          giovedì 1 luglio 2010
          Bookmark and Share
          E' notizia di ieri che nell'udienza della Grande Camera della Corte europea dei diritti dell'uomo a Strasburgo, il governo italiano, rappresentato dal magistrato Nicola Lettieri e l'avvocato di Stato Giuseppe Albenzio, ha difeso di fronte alla Corte la presenza del crocifisso nelle aule delle scuole pubbliche.
          Dieci Paesi hanno deciso di intervenire a favore dello Stato italiano (Armenia, Bulgaria, Cipro, Grecia, Lituania, Malta, Russia e San Marino. Monaco e Romania) depositando una memoria scritta.
          Altri quattro Paesi (Serbia, Moldavia, Ucraina e Albania) hanno manifestato la decisione di appoggiare l'Italia con una lettera al Comitato dei ministri del Consiglio d'Europa.
          In aula era presente per la prima volta il rappresentante della Santa Sede, monsignor Aldo Giordano.
          In aula anche Nicolò Paoletti rappresentante legale di Soile Lautsi. 
          La donna aveva presentato ricorso contro il crocifisso nelle aule.
          A novembre i giudici avevano stabilito che il crocifisso era «un attentato alla libertà di coscienza e al diritto del singolo di ricevere una formazione conforme ai suoi convincimenti religiosi o filosofici», dando così ragione alla Lautsi, cittadina italiana originaria della Finlandia che aveva chiesto nel 2002 che le croci fossero tolte dalle scuole frequentate dai figli ad Abano Terme, in provincia di Padova.
          Tra sei mesi conosceremo la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'uomo di Strasburgo.

          Nel frattempo vi invito a leggere un articolo di novembre 2009 scritto da Marco Travaglio.
          Condivido in toto quello che sostiene.
          Dipendesse da me, il crocifisso resterebbe appeso nelle scuole. E non per le penose ragioni accampate da politici e tromboni di destra, centro, sinistra e persino dal Vaticano. Anzi, se fosse per quelle, lo leverei anch’io.

          Fa ridere Feltri
          quando, con ignoranza sesquipedale, accusa i giudici di Strasburgo di “combattere il crocifisso anziché occuparsi di lotta alla droga e all’immigrazione selvaggia”: non sa che la Corte può occuparsi soltanto dei ricorsi degli Stati e dei cittadini per le presunte violazioni della Convenzione sui diritti dell’uomo. Fa tristezza Bersani che parla di “simbolo inoffensivo”, come dire: è una statuetta che non fa male a nessuno, lasciatela lì appesa, guardate altrove. Fa ribrezzo Berlusconi, il massone puttaniere che ieri pontificava di “radici cattoliche”. Fanno schifo i leghisti che a giorni alterni impugnano la spada delle Crociate e poi si dedicano ai riti pagani del Dio Po e ai matrimoni celtici con inni a Odino. Fa pena la cosiddetta ministra Gelmini che difende “il simbolo della nostra tradizione” contro i “genitori ideologizzati” e la “Corte europea ideologizzata” tirando in ballo “la Costituzione che riconosce valore particolare alla religione cattolica”. La racconti giusta: la Costituzione non dice un bel nulla sul crocifisso, che non è previsto da alcuna legge, ma solo dal regolamento ministeriale sugli “arredi scolastici”.

          Alla stregua di cattedre, banchi, lavagne, gessetti, cancellini e ramazze. Se dobbiamo difendere il crocifisso come “arredo”, tanto vale staccarlo subito.
          Gesù in croce non è nemmeno il simbolo di una “tradizione” (come Santa Klaus o la zucca di Halloween) o della presunta “civiltà ebraico-cristiana” (furbesco gingillo dei Pera, dei Ferrara e altri ateoclericali che poi non dicono una parola sulle leggi razziali contro i bambini rom e sui profughi respinti in alto mare).

          Gesù Cristo è un fatto storico e una persona reale, morta ammazzata dopo indicibili torture, pur potendosi agevolmente salvare con qualche parola ambigua, accomodante, politichese, paracula. È, da duemila anni, uno “scandalo” sia per chi crede alla resurrezione, sia per chi si ferma al dato storico della crocifissione. L’immagine vivente di libertà e umanità, di sofferenza e speranza, di resistenza inerme all’ingiustizia, ma soprattutto di laicità (“date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio”) e gratuità (“Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”).


          Gratuità: la parola più scandalosa per questi tempi dominati dagli interessi, dove tutto è in vendita e troppi sono all’asta. Gesù Cristo è riconosciuto non solo dai cristiani, ma anche dagli ebrei e dai musulmani, come un grande profeta. Infatti fu proprio l’ideologia più pagana della storia, il nazismo – l’ha ricordato
          Antonio Socci - a scatenare la guerra ai crocifissi. È significativo che oggi nessun politico né la Chiesa riescano a trovare le parole giuste per raccontarlo.

          Eppure basta prendere a prestito il lessico familiare di
          Natalia Ginzburg, ebrea e atea, che negli anni Ottanta scrisse: “Il crocifisso non genera nessuna discriminazione. Tace. È l’immagine della rivoluzione cristiana, che ha sparso per il mondo l’idea dell’uguaglianza fra gli uomini fino ad allora assente… Perché mai dovrebbero sentirsene offesi gli scolari ebrei? Cristo non era forse un ebreo e un perseguitato morto nel martirio come milioni di ebrei nei lager? Nessuno prima di lui aveva mai detto che gli uomini sono tutti uguali e fratelli.

          A me sembra un bene che i bambini, i ragazzi lo sappiano fin dai banchi di scuola”. Basterebbe raccontarlo a tanti ignorantissimi genitori, insegnanti, ragazzi: e nessuno – ateo, cristiano, islamico, ebreo, buddista che sia - si sentirebbe minimamente offeso dal crocifisso. Ma, all’uscita della sentenza europea, nessun uomo di Chiesa è riuscito a farlo. Forse la gerarchia è troppo occupata a fare spot per l’8 per mille, a batter cassa per le scuole private e le esenzioni fiscali, a combattere
          Dan Brown e Halloween, e le manca il tempo per quell’uomo in croce. Anzi, le mancano proprio le parole. Oggi i peggiori nemici del crocifisso sono proprio i chierici. E i clericali.

          da Il Fatto Quotidiano n°38 del 5 novembre 2009